Olafur Eliasson in mostra
alla Tate Modern di Londra

Su YOOX le due lampade del progetto Little Sun

Olafur Eliasson è uno dei massimi artisti del nostro tempo nonché uno dei più complessi e incisivi sulle tematiche del mondo contemporaneo. Con un atteggiamento quasi Romantico, che coniuga il reale al fantastico, tratta la natura come un elemento da smontare e rimontare a suo piacimento, entrando nel fenomeno fisico per analizzarlo, destrutturarlo e poi ricostruirlo in modo poetico.

SCOPRI IL PROGETTO LITTLE SUN

Il pragmatismo razionale – che include la geometria evoluta e la teoria del colore ma anche la sociologia e l’ecologia – e la visione surreale – che agisce sui fenomeni naturali trattandoli come materiale creativo – permettono a questo straordinario artista di giocare con i nostri sensi e la nostra percezione per arrivare al cuore dell’emozione, allo scopo di portarci alla consapevolezza di noi stessi e del mondo e provocando un abbandono che trasforma l’opera in una esperienza immersiva, esistenziale e al tempo stesso politica nel senso più alto del termine.

Un approccio che ha il sapore multidisciplinare del Rinascimento e di cui oggi, dopo decenni di iperspecializzazione e divisione settoriale che ha impoverito la necessaria complessità della cultura, appare come una ventata d’aria fresca che può aiutarci a liberare la mente dalla chiusura e dai mostri che, Goya insegna, il sonno della ragione sempre e comunque genera.

Con queste premesse oggi Olafur Eliasson torna con la mostra “In real life” alla Tate Modern di Londra, ricreando arcobaleni e cascate, e intersecando riflessi e ombre, ma anche mettendo in relazione le persone e allargando il discorso a tutte le conseguenze possibili,

dai collegamenti live con il suo staff alle ricette speciali di cibo biologico, vegetariano e di provenienza locale servito nel suo studio di Berlino e riproposto al Terrace Bar della Tate, fino alle riflessioni su cambiamento climatico, energia, migrazione e architettura che sono parte integrante della sua complessa e attualissima ricerca artistica.